“Gesù disse: Chi non è con Me, è contro di Me”
(Matteo 12:30)

Nel raccontarci l’arresto di Gesù ed il Suo trasferimento dall’orto del Getsemani al palazzo del sommo sacerdote Caiafa, Matteo ci racconta che Pietro “Lo seguiva da lontano”: era con Gesù, ma nello stesso tempo si teneva lontano da Gesù. Era combattuto fra il suo amore per il Maestro e la sua paura degli uomini. Seguiva Gesù, ma lo faceva in modo nascosto, mescolandosi fra le guardie che, come raccontano Marco e Luca, erano intorno ad un fuoco acceso per riscaldarsi. Il suo “amore” per Gesù non gli permetteva di allontanarsi da Lui, ma la sua “paura” per quello che gli sarebbe potuto accadere lo teneva lontano. Non aveva il coraggio di disconoscerLo, ma neppure il coraggio di riconoscerLo, assomigliando in questo alle tante persone che si sentono attratte da Gesù, ma non fino al punto di identificarsi con Lui, di seguirLo fino in fondo, costi quel che costi. Ma non è possibile seguire Gesù “da lontano”: o si è “con Lui” oppure, anche se si rimane in una posizione di neutralità, si finisce con l’essere “contro di Lui”!
p.m.

Calendario a Libro

Prenotabili dal 15 Giugno

Vai allo Shop

Calendario 2020

Una parola per oggi

Calendario Audio

Radio Risposta

Inserite la Meditazione nel vostro sito

La storia più bella

Bibbia per bambini

Acquista

La storia più bella - CD Audiolibro

Bibbia per bambini

Acquista

La storia più bella - Chiavetta USB

Bibbia per bambini

Acquista

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.