“Quasi inciamparono i miei piedi, poiché invidiavo i prepotenti, vedendo la prosperità dei malvagi”
(Salmo 73:2,3)

Asaf, l’autore del Salmo, ha avuto coraggio nel raccontarci le emozioni da lui vissute in prima persona. Amava Dio, ma era finito in una brutta crisi spirituale. La sua fede vacillò. Mi domanderete quale fu la ragione di una simile crisi. Il dubbio, questa fu la ragione! Asaf dubitò della giustizia di Dio. “Se Dio è giusto perché i malvagi e i prepotenti prosperano?”, diceva in cuor suo. Subito dopo aggiunse: “…invidiavo i prepotenti vedendo la prosperità dei malvagi”. Dubitò persino della sua scelta per Dio: “Invano dunque ho purificato il mio cuore e ho lavato le mie mani nell’innocenza!” (v. 13). L’invidia è una brutta cosa e dubitare della giustizia di Dio è un peccato deleterio. Asaf si pentì e superò la crisi quando entrò nel santuario di Dio e considerò la fine di costoro (vedi v. 17). Disse: “Quando il mio cuore era amareggiato e io mi sentivo trafitto internamente, ero insensato e senza intelligenza” (v. 21-22). Non dubitare mai della giustizia di Dio, confida il Lui e ascoltaLo!
s.v.

Calendario a Libro

Prenotabili dal 15 Giugno

Vai allo Shop

Calendario 2018

Una parola per oggi

Calendario Audio

Radio Risposta

Inserite la Meditazione nel vostro sito

La storia più bella

Bibbia per bambini

Acquista

La storia più bella - CD Audiolibro

Bibbia per bambini

Acquista

La storia più bella - Chiavetta USB

Bibbia per bambini

Acquista