“Agisci slealmente verso la moglie della tua giovinezza alla quale sei legato da un patto”
(Malachia 2:14)

Nell’antica società ebraica, per volontà di Dio, il marito era legato alla moglie da “un patto”; il racconto del matrimonio di Boaz con Ruth (Ruth 4:9-10) documenta che questo patto veniva ratificato davanti “agli anziani della città”, cioè davanti a testimoni “civili” senza la presenza di alcuna autorità religiosa. In un patto gli impegni reciprocamente assunti dai due contraenti non devono essere configurati nella categoria degli “optional” (posso e non posso, devo e non devo), ma nella categoria dei comandamenti. Amarsi, servirsi, rispettarsi, complementarsi non sono “optional”: sono comandamenti da rispettare. Oggi purtroppo si preferisce “convivere” senza la ratifica di alcun patto pubblico, disobbedendo così a quanto voluto da Dio fin dalla creazione. Nella maggior parte delle convivenze si rinuncia al matrimonio per paura. Ma un amore fondato sulla paura che razza di amore è?
p.m.

Calendario a Libro

Prenotabili dal 15 Giugno

Vai allo Shop

Calendario 2020

Una parola per oggi

Calendario Audio

Radio Risposta

Inserite la Meditazione nel vostro sito

La storia più bella

Bibbia per bambini

Acquista

La storia più bella - CD Audiolibro

Bibbia per bambini

Acquista

La storia più bella - Chiavetta USB

Bibbia per bambini

Acquista

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.